Intervista a Jacopo De Michelis | La stazione

Scritto da Carlotta e Marta | Arts&Books
stazione
 

Ascolta “ARTS&BOOKS – Intervista a Jacopo De Michelis | La stazione” su Spreaker.

Dalla puntata del 23 Marzo 2022 di Arts&Books su RadioBlaBlaNetwork, l’intervista di Carlotta e Marta a un autore esordiente d’eccezione, Jacopo De Michelis, con il suo primo romanzo, “La stazione” (Giunti). Un thriller ‘monumentale’, per la mole del libro, per la ricchezza e la complessità della storia che incrocia più generi e ha necessitato di anni di ricerche e scrittura, ma soprattutto perché protagonista e cornice dei terribili, oscuri fatti narrati è… l’imponente, ciclopica Stazione Centrale di Milano.

“Raccontami di libri” è un sito che racconta romanzi, saggi, vite reali e inventate.
Per raccontarli nei particolari è nato il Podcast.

Tre le versioni: Libri a confrontoL’esordiente e Interviste in Radio. La prima narra due volumi che in qualche modo si incontrano su un tema simile, che gli autori hanno affrontato a modo loro, perché ogni scrittore è unico. La seconda mette in luce nuovi autori, persone che hanno da poco approcciato il mondo dell’editoria con nuove storie degne di nota. La terza porta su Raccontami di libri una selezione di interviste letterarie andate in onda su RadioBlaBlaNetwork: protagonisti scrittori italiani con i loro romanzi appena usciti nelle librerie.

Le voci narranti sono quelle di Carlotta Pistone e Marta Elena Casanova, giornaliste che da tempo hanno fatto dei libri i loro molteplici mondi, e che ora hanno deciso di dare una mano a chi ha il famoso libro nel cassetto che scalpita per uscirne…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raccontami di libri (@raccontamidilibri)

Leggi anche

1 comment

Anna Maletta 18 Aprile 2022 - 2:55 am

Possibile apprezzare un Autore che in poche pagine di apertura riesce a sfoderare vari sfondoni linguistici del tipo: “Torna pure a fare il tuo lavoro, *******, che il mio lo so fare…” , senza accento sul che!? C’è differenza tra che pronome e ché (perché) congiunzione causale?
“Chiamò quattro uomini e gli fece cenno di seguirlo”, “gli”? Ma non erano 4? Dov’è finito il corretto “loro”?
Basata leggere le poche pagine di estratto per trovare una prosa ridondante, lentissima, stucchevole. Per descrivere il fermo di alcuni tifosi violenti su un treno servono 6 pagine di inverosimili descrizioni, quando 6 righe sarebbero state già troppe. Naturalmente, salvo gli errori che non sono opinabili, si tratta di giudizi personali.

Rispondi

Lascia un commento

* Ho letto e accettato la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy